Habemus Gagam

 

Non ero molto convinta di  scriverci un post, alla fine, ma visto che la disapprovazione di Beps mi impedisce per il momento di scrivere di Shutter Island, ripiego sulla sempreverde Gaga.

Che dire… non mi svegliavo presto al mattino apposta per vedere un video da Celebration, ma solo per verificare la mia effettiva presenza tra i frames, e precedentemente non riesco neanche a ricordare quando fosse successo.

Ma stavolta, Gaga + Bionsen più settimane di annunci hanno avuto la meglio così eccomi lì in pigiama immobile per 9 minuti buoni davanti ad un delirio trash citazionista ed esagerato in questo momento necessario come l’aria.

Il video si apre con la nostra Germanotta incarcerata e denudata (momento che ha scatenato il commento “eh si, proprio come Madonna questa qui” da parte di mio padre), cui fanno seguito baci saffici con catene e occhiali fatti da sigarette accese.. primo dettaglio da venerare.

Ed ecco il tanto  vituperato momento Who’s That Girl, ma appena ti soffermi a pensare che sì, l’ispirazione è evidente e ti senti nell’87 appare il secondo oggetto degno di venerazione: le lattine bigodini. Ora, non voglio sapere se le ha già usate qualcun’altro,  chi sia stato e quant’altro, sono semplicemente una figata pazzesca, un must per le acconciature del 2010, per chi ne avesse il coraggio.

Altra scena cult (dopo il siparietto coreografico in mutande che pare essere obbligatorio), l’uscita di galera finalmente con la mia chioma giallo naturalissimo preferita, con mossetta MJ, adoremus. Ad attenderla fuori dal carcere, sulla Pussy Wagon (prestata direttamente da Quentin Tarantino che ha apprezzato il progetto) una darkissima Bionsen, capello nero, rossetto nero, che la redarguisce con un “You’ve been a bad girl, a very very bad bad girl Gaga” subito prima di infilarle in gola una merendina con tutta la confezione. (altro momento cult, d’ora in poi chi toglierà le Camille dal sacchetto prima di addentarle??).

In macchina uno dei momenti più alti della fotografia, un pò meno per quanto riguarda la recitazione ma la battuta è così favolosamente nonsense da meritare una citazione in grassetto:

“You know  what they say, Once you kill a cow, you gotta make a burger”.

Seguita da un altrettanto memorabile

“You know Gaga, trust is like a mirror, you can fix it if it’s broken but you can still see tha cracks in that motherfucker’s reflection

Un pò sacrificata la parte “solo” di Bionsen, ma Akerlund si fa perdonare subito dopo strizzandola in un abito giallo da togliere il fiato a lei e a chi guarda… e anche al fidanza, che viene eliminato insieme al resto dei clienti del fast food dalla specialità della casa (o della Gaga) : “Cook & Kill”.

La scena della cucina (il mio momento preferito: la Germanotta che sbatte i dentini è di una dolcezza disarmante) è un chiaro omaggio alla Nostra e ad Hung up, o forse è semplicemente un messaggio di Akerlund che suona più o meno così: “Visto che se mi paghi posso fare qualcosa di più di farti strusciare contro il compensato e sfruttare i tuoi fan per farli lavorare senza documenti nel cuore della notte?”

Dopo un breve siparietto (di cui adoro i costumi) versione Wonder WomEn e un momento leopardato che invece è piuttosto agghiacciante, le nostre due novelle Thelma e Louise si danno alla fuga, vestite però come nel finale de “La morte ti fa bella”, promettendosi a vicenda che no, non torneranno mai più.. ma il dubbio resta perchè la Pussy Wagon si allontana sulla scritta “To be continued”…. che il prossimo passo sia Alejandro, bel bonazzo incontrato sulla strada per il Messico?

Ora, definire questo video “esageratamente trash” è una contraddizione in termini, c’è tutto quello che ci potevano mettere, ma il trash, quando è fatto bene non è mai troppo, e questo ne è un esempio da manuale. Insomma se avessero potuto metterci dentro anche Bud Spencer e Terence Hill con comparsata di Edwige Fenech lo avrebbero fatto, e ci sarebbero stati benissimo.

Annunci

~ di muchadoaboutnoth1ng su marzo 15, 2010.

10 Risposte to “Habemus Gagam”

  1. Ecco, ora mi fai sentire in colpa!Te lo dico sempre di lasciarmi nel mio brodo ad uscita sala!ahahahahhahahahhahahahhahaha!
    Cmq, video davvero di una tamarraggine meravigliosa e come te evidenzio solo due difettucci (l’assolo bionseniano e il costume leopardato)!Devo dire che nel finale ci speravo nel tuffo alla thelma e Louise, azz..sarebbe stato troppo godurioso!!!!Cmq tanti i momenti cult!ahahahahhaha!E lo dice uno a cui gaga ancora non ha fatto perdere la testa!

  2. analisi meravigliosa!!! pure adoro Bionsen in questo video, è folgorante.. non avevo riflettuto abbastanza sul “to be continued”.. effettivamente un Alejandro raccattato sulle via del Messico è più che auspicabile.. in questo momento i miei sogni si riducono a questo, sarebbe favoloso vederli coronati.. 😀

  3. Beps non pensare che mi sia dimenticata del tuo tag ahahahah!

    Jimmy incrociamo le dita, hai idea di cosa potrebbe venire fuori da un seguito messicano? Mi sa che ce li mettono Bud Spencer e Terence Hill stavolta 🙂

  4. Ma vogliamo parlare della scena inziale, quella in cui le secondine la denudano per poi concludere con ‘I told you she didn’t have a dick?’. La ragazza sa come sfruttare le maldicenze a suo favore, non c’è che dire.

    Bel blog, complimenti!

  5. Oddio, in effetti è un momentone anche quello.. mi autoflagello per non averlo incluso!
    Ha imparato presto la nostra Germy a sfruttare i media e le loro maldicenze a proprio vantaggio, e dimostra una buona dose di ironia.

    Grazie! Ho dato un’occhiata al tuo e ricambio il complimento!

  6. Chia, come sempre una bellissima recensione… davvero stupenda! Il video mi ha già fatto sbavare per ore… e ce sono molte altre a venire! lo adoro!!!
    un bacio grande, alla settimana prossima!

  7. ADOREMUS davvero! I dentiniiiiiiii! ^^
    La parte Cook & kill mi fa impazzire.

  8. La penso come te e condivido ogni singola parola aggiungendo anche io io durante la battaglia con il drago mi sono addormentato e ti giuro che non è una cosa che capita spesso di farmi dormire al cinema.
    Leggo proprio oggi che sta progettando un remake de La Famiglia Addams 3D.
    Sai che ti dico. Che ora come ora a vederlo non ci andrei… il tempo forse mi farà cambiare idea.

  9. lady Gaga è l’attuale sostituta di Madonna. Sarà o non sarà pure l’erede? Questo è il dilemma!

  10. Questo dipende solo da lei, ma io la trovo più un’erede che una sostituta. Se volesse Madonna potrebbe tornare ad essere quella che cancella le meteore, ma trovo che in questo momento non possa o non voglia farlo.
    Il futuro però, è di Gaga per forza, ma per una pura e semplice questione anagrafica. Ha vent’anni in meno, in fondo 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: