Freaks or Geeks?

Ancora una volta i miei ringraziamenti vanno all’Admin aka Commodus per questa magnifica scoperta. Innanzitutto, come sempre, è entrato in un tunnel, l’ha decorato, e ci ha invitati tutti dentro a prendere un tè. Il tunnel era quello di James Franco e per quanto mi riguarda entrarci è stato facile, ne ero già stata completamente conquistata guardando Milk anche se poi non avevo approfondito, e a farmici rimanere per costruirne uno tutto mio ci ha pensato lui, il suddetto admin.

Andando a scovare una perlona nascosta, almeno a noi italiani visto che qui non è mai andata in onda, una serie tv che ha avuto poca fortuna anche in patria visto che è durata una sola stagione (1999 / 2000) : Freaks and Geeks.

La serie, innanzitutto, è ambientata all’inizio degli anni 80, e i dettagli sono così curati che questa cosa l’ho scoperta solo dopo aver visto le prime due puntate e cercando info in merito (certo magari se avessi fatto due calcoli considerando l’età di Franco ci sarei arrivata anche prima) perchè guardandola si ha la sensazione di essere risucchiati dagli anni 80, dai loro colori (o mancanza di essi), il mood, le serie tv, i vestiti…. tutto insomma.  Tra i protagonisti della serie, a parte Franco, c’è Linda Cardellini (che ricordo bravissima in ER) e la trama si svolge proprio intorno a lei e a suo fratello e ai rispettivi gruppi di amici.

Freaks and geeks appunto.

Ora, il mio amore spassionato va ad occhi chiusi ai geeks, vuoi per la tenerezza da sfigato che a guardarli gli si vuole bene per forza, con quegli occhiali assurdi e la balbuzie da ansia costante di essere chiusi dentro ad un armadietto davanti alla ragazza più bella della scuola, vuoi per il poster autografato di Steve Martin appeso alla porta…. vuoi anche solo per questa semplice battuta:

Stasera non posso, c’è Dallas.

A questo punto, ho deposto le armi e mi sono dichiarata conquistata da una delle serie più ingiustamente ignorate dalla storia!

Ma se il mio amore / simpatia / tenerezza va a loro però, una menzione d’onore la merita senz’altro la figaggine immensa e assoluta di James Franco in fattanza perenne.  Una vera meraviglia, ricorda un pò Dean e un pò Phoenix, con quell’aura di brutto sporco cattivo dal quale va bene anche solo farsi sfruttare per i compiti di matematica o farsi trombare quando lo si vede ubriaco e incapace di intendere, a scelta. I suoi compagni di avventure sono abbastanza ignorabili per il momento (anche se il fan dei Led Zeppelin promette benissimo), la sua ragazza (che chi ha visto Dawson’s Creek ricorda come uno dei personaggi più interessanti e vivi dell’intera serie) è fastidiosa come un vecchietto che scatarra quando stai per bere il cappuccino, ma sento che con il tempo migliorerà.

Il personaggio di Lindsey / Cardellini invece devo ancora inquadrarlo, per il momento non ho capito bene dove vogliano portarlo ma ripeto, c’è margine per l’adorazione! I presupposti ci sono tutti, bella sceneggiatura, dettagli curatissimi, fotografia splendida e cosa che non ho menzionato ma a cui va dato il giusto peso: LA COLONNA SONORA!!! Un solo indizio: la sigla è Bad Reputation.

Che aspettate dunque, scaricate scaricate scaricate!

Advertisements

~ di muchadoaboutnoth1ng su giugno 29, 2010.

11 Risposte to “Freaks or Geeks?”

  1. Ma davvero, che serie fenomenale! 😀 Io ne avevo spesso sentito parlare, di solito compariva sempre nelle classifiche dei telefilm che avevano influenzato di più il costume e la moda, parlando di giovani in maniera “diversa” dai soliti serial. In lista c’erano Blossom, Seinfeld, The wonder years… e appunto, questa. Il produttore è quel Judd Apatow che è oggi è il vero Re Mida della commedia americana, per alcuni erede moderno di Hughes per aver inanellato una serie di telefilm di successo clamoroso in America (molto meno da noi bisogna dire).
    Il telefilm comunque è fantastico, adoro il personaggio della Cardellini e per il resto hai già detto tutto tu 🙂
    Sublime il padre rompicoglioni che elenca tutte le persone che hanno preso strade sbagliate e… e sono morte! 😀

  2. vabbè, mi hai convinto!:-)

  3. Oh, molto bene! Recupera le prime due così lunedì sei dei nostri 😉

    Uzzo, ho dimenticato di menzionare il padre.. cioè l’elenco delle rock star decedute mi ha ucciso!

  4. lo dico anche qui.. “stasera non posso c’è dallas” è la frase che riassume la mia vita fino ai 13 anni. e aggiungo che potrei uccidere per james franco..

  5. Urge spedizione allora 🙂
    You’re gonna love it!

  6. uh che bella scoperta….
    e hai prorpio ragione, non sembra un telefilm “in costume”, sembra un prodotto originale anni ’80!

    mi è piaciuto subito tutto per l’aria di casa che mi ha fatto respirare….mi sembrava di vedere la famiglia bradford senza tutti i difetti fastidiosi (leggi sorrisi perenni) della famiglia bradford! ahhahaha…

  7. Oh come sono contento! ^_^

    Insomma la spontaneità di questa serie ci ha colpiti tutti. Avete ragione, è incredibile la resa finale, sembra davvero arrivare da quegli anni, soprattutto per quell’atmosfera disincantata e per i personaggi che non devono essere fighi ad ogni costo come invece succede ora. Poi sì, aggiungiamo una scrittura davvero felice; ho riso parecchio nelle prime due puntate. Anche io ho perso la testa per i Geeks, ma credo arriveranno soddisfazioni un po’ da tutti. James Franco, causa principale di questa scoperta, è praticamente la versione indie di Dylan Mckay ahahah!!

  8. a proposito di Dylan.. stanno ridando la serie su italia 1.. erano anni che non ne vedevo manco una scena e sono sconvolto da quanto facessero cagare le camicie.. soprattutto quelle di steve e david.. roba da denuncia per crimini contro l’umanità

  9. jimz ahahhahahahahahahhhaha e le giacche stile miami vice di steve?
    io so bene di cosa parli perchè un paio di anni fa l’ho rivista tutta…fino alla nona…anzi, per l’estate voglio finirla!!!!

  10. Ciao, anche io sono infognatissimo con Freaks & Geeks, cui sono arrivato per vie traverse (mi interessava vedere il primo lavoro di uno degli attuali protagonisti di How I Met Your Mother, ossia jason Segel). Lo trovo certamente una delle serie meglio costruite di sempre, e credo l’abbiano interrotto alla prima stagione perché… troppo vera! Commedia, ok, ma quando ti aspetteresti qualcosa di “tipico da teen comedy” la scrittura ti spiazza e porta i personaggi ad essere a volte anche semplicemente sgradevoli, di quella sgradevolezza vera che tutti i teen portano con sé…! Veramente speciale e da diffondere!

  11. Ciao!
    Jason Segel ha uno dei personaggi che preferisco, e uno dei più difficili da interpretare!
    Per il resto sottoscrivo tutto, ha forse troppe sfumature e troppi momenti oscuri rispetto ai prodotti che andavano all’epoca, almeno di quel genere.

    Ho appena visto la penultima coppia di puntate.. sapere che me ne mancano solo due e non ce ne saranno più altre mi rattrista parecchio!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: