IAA // iPhone Addicts Anonymous

Non sono mai stata tipo da giochi e una volta finita l’epoca del Nintendo e delle sale giochi ho deposto il joystick senza più riprenderlo in mano per almeno un decennio.

Troppo lunghi i giochi e soprattutto mi sono sempre sentita inabile io, MAI FINITO UNO IN VITA MIA. Forse perchè mi rompo le balle prima, o più probabilmente perchè proprio di concentrarsi per capire come scavalcare una siepe il mio cervello non ne vuole sapere.

Ma, e c’è sempre un ma, dopo.. molto dopo, è arrivato l’iPhone. E insieme a lui, le applicazioni.

Una condanna. Mi ripeterò in questo caso ma chiunque stia pensando “ma dai, come si fa a giocare con il cellulare” non ha mai preso in mano un iPhone. Non ha mai vissuto l’iniziale brivido dello zoom con due dita, non ha mai urlato “noooooooooooooo” la prima volta che per provare l’accelerometro ha distrutto l’aereo in mezzo al mare e soprattutto non ha mai maledetto il malcapitato che telefonando in un momento inopportuno ha interrotto un probabile record mondiale, e iniziato la telefonata con il suddetto malcapitato con un infastidito: “spero per te che sia importante”.

Quindi ho iniziato a pescare con il mio iPhone lanciando le cuffie per tutta la metropolitana per buttare l’amo, ingaggiato pesanti battaglie con la polizia dando spallate ai poveri vicini di posto per distruggere le fiancate altrui, schiacciato furiosamente i quadratini colorati di Plock per superare l’impossibile livello 9, saltato tra i palazzi con il volume sparato al massimo per poi infrangermi contro un muro dopo la distanza record di…. 400 metri.

Per riuscire a leggere un libro in bagno sono arrivata al punto di lasciare l’iPhone fuori perchè in caso contrario con la scusa “facciamo un livello solo” il libro durava mesi e soprattutto per uscire dal bagno ormai paralizzata avrei dovuto chiamare il 118.

Ma niente, niente poteva prepararmi alla dipendenza, quella vera, da Angry Birds.

Il gioco non è che sia complesso: si tratta di lanciare uccellini con una fionda per distruggere con il numero minore di colpi dei simpatici porcellini verdi.

Ovviamente il gioco si fa più complesso con il passare dei livelli, aumenta il numero e la varietà di uccellini, i porcellini si mettono il casco e i blocchi che li proteggono diventano a mano a mano più pesanti il che rende la dipendenza quasi inevitabile.

Perchè (ed è piuttosto imbarazzante da ammettere) l’adrenalina prodotta da un livello superato è una droga: risparmiare ben tre uccellini poi, indescrivibile.

I livelli sono infiniti, e la seconda sfida è terminarli tutti con il punteggio più alto.. praticamente impossibile, viene da dire lanciando il telefono (contro una superficie morbida, ovviamente).

Salvo poi fissarlo per dieci minuti, scusandosi, e riprenderlo in mano.. inesorabilmente.

Advertisements

~ di muchadoaboutnoth1ng su febbraio 4, 2011.

7 Risposte to “IAA // iPhone Addicts Anonymous”

  1. Angry Birds è il male! AHAHAHAHAH! Per me è proprio una droga. Ma di quelle brutte, perchè poi io ero solito usare i giochini iPhone per passare qualche minuto, tipo 10, magari nell’attesa del treno o appunto durante una seduta in bagno… Magari giusto giusto un livello a Puzzle Bubble prima di dormire. Con questi uccellini urlanti malefici è come dicono i reclusi del GF: tutto amplificato! A parte il tempo dilatato, roba che se non finisco un livello mi scazzo di brutto, poi l’adrenalina… riuscire a superare un livello quando sei già sotto le coperte equivale a una iniezione intracardiaca come in Pulp Fiction, e chi dorme più? Ma sopratutto, io sono un pò addicted anche con i versi di sti robi colorati… Uiiiiiiiii! Kkkaaaaaah! e pure le sgrufolate maialone mi fanno ridere, quei brutti bastardi maledetti!

    Ps1: esistono i tutorial su youtube per gli schermi difficili, e non mi vergogno a dire che li ho usati. Ammettere le proprie debolezze è il primo passo di ogni terapia.

    Ps2: http://www.youtube.com/watch?v=bMltvlqEM54

  2. No ma il video? AHAHAHAHAHAH!
    Mi hai aperto un mondo Uzz, non mi era venuto in mente di cercare le soluzioni sul tubo!
    Ma Eagle Eye? Tu l’hai preso? Io quasi quasi..

    Ah.. la cosa del suono è uno dei motivi per cui sono diventata drogata, ma il vero dramma è che da 3 giorni non funziona più :-((

  3. Prova Piante VS Zombie… quanto a droga non scherza, secondo me è GENIALE! 🙂
    La maledizione dei giochini mi perseguita a periodi. Mi è capitato di pianificare la giornata al minuto per poter determinare quali sementi piantare nel mio orto di We Farm (sull’iPad)… che vergogna! “no, no, troppo tempo per le zucche, è meglio piantare i broccoli”… “Tra quanto esco?”, “15 minuti…”, “ok, forse riesco a piantare e raccogliere i girasoli. Cazzo, e se poi si seccano?!” Ho capito che c’era un problema quando, rientrando a casa ad un orario improponibile da una serata a tasso alcolico piuttosto alto, mi sono ritrovato a pensare… “prima di andare a dormire devo raccogliere i pomodori”. Ma cazzo.
    Evviva/maledetti i giochini per iPhone/iPad!!!

    • Grazie a dio non mi sono mai fatta prendere dalle fattorie, perchè so come sarebbe andata a finire ovvero: mi sarei ridotta come te a raccogliere pomodori nel cuore della notte 🙂

      Uh, provo Piante vs Zombie allora, al massimo mi ricoverano!

  4. Mighty eagle non è una cosa che serve a superare un livello quando non ce la fai? Ho visto un filmato sul tubo, praticamente fa tabula rasa di tutto quanto… ma si paga e si può usare tipo una sola volta, possibile?!?!?
    Comunque io non so come fare a prendere i bonus, sai l’ultima schermata, ci sono le ovette dorate o il simbolo della cassaforte per dei schemi extra… mi sa che forse bisogna prendere 3 stelle ovunque, ma in alcuni è impossibile!

    • Sì ti distrugge tutti i maialini e lo puoi usare una volta e aspettare che si ricarica (ci vuole un pò, a me oggi è arrivata la notifica mentre ero al cinema “Mighty Eagle is back” ahahahahah), però superi il livello senza stelline, serve solo a sbloccarti perchè poi comunque lo devi fare il livello!

      Guarda io sono riuscita a prendere un uovo dorato una volta, ma per il resto è impossibile!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: