And the Oscar goes to…. Whatever

C’è qualcosa in questo silenzio post Oscar che non riesco a spiegarmi.

Non dovrebbe essere un evento eccezionale quello che ha avuto luogo? Che un film straniero (rispetto agli USA) abbia vinto tutti i premi più importanti dell’anno, un film così rischioso da essere quasi folle, uscito in pochissime sale e penultimo tra i nominati come incasso negli Stati Uniti.
Un film che è un pò la riscossa del Cinema con la C maiuscola, quello che le idee le crea e rischia tutto per far sognare. Un film che per quanto possa esserne agli antipodi ricorda Via Col Vento o Cleopatra in quanto a messaggio: questo è quello di cui la gente ha bisogno e noi vogliamo darglielo anche a costo di fallire miseramente. Perchè poteva andare così in questo caso, poteva rimanere confinato al microcosmo dei cinefili, essere ignorato e rispedire nell’oblio il regista e i suoi finanziatori.. E invece.

E invece nonostante tutte le varie teorie che ogni anno dopo gli Oscar la fanno da padrone ovvero “sono premi inutili per il cinema, premiano solo i film americani” “Il cinema vero è ben altro” “E’ tutto fatto per gli incassi e per premiare i blockbuster” quest’anno è stato proprio The Artist a vincere e questo ha zittito la voce “grossa” di queste teorie lasciando un silenzio piuttosto emblematico e non casuale visto il film di cui si parla. Via con altre teorie dunque e si parla di vittoria snob, un film del cinema per il cinema, un film che se la racconta invece che raccontare e via dicendo e non potrei trovarmi meno d’accordo.

Certo capisco un pò di sano campanilismo anti francese, ma non dovrebbe essere superato, almeno nell’arte.. almeno dagli addetti ai lavori? No perché se la mancanza di entusiasmo popolare posso aspettarmela quella dei media proprio no.. soprattutto se consideriamo il peso dato alla “sconfitta” del cortometraggio animato italiano La Luna. Gli unici commenti letti riguardano quello, nessun approfondimento invece delle dimensioni in cui sarebbe giusto per Francesca Lo Schiavo e Dante Ferretti arrivati al terzo Oscar questa volta per Hugo Cabret, ed è probabile che se non avessero menzionato l’Italia nel loro discorso di ringraziamento non sarebbe neanche stato mandato in onda dai telegiornali.

Chi fa cinema e lo ama non dovrebbe avere come intento primario quello di cercare di convincere il pubblico ad andare in sala, soprattutto in un caso come questo in cui lo spettatore medio deve essere incitato ad andare a guardare un film per cui non sente nessuna attrazione a causa del pregiudizio “bianco e nero / muto”? Secondo me sì, e io questa spinta non l’ho sentita.

Quello che manca in questi giorni è proprio quello di cui The Artist è pieno: l’entusiasmo.
Continuando a vedere in questo film e in Hugo Cabret solo qualcosa di nostalgico senza coglierne il dirompente invito a ripartire dal sogno che il cinema è nato per regalare avremo perso tutti un’occasione.

Annunci

~ di muchadoaboutnoth1ng su marzo 5, 2012.

2 Risposte to “And the Oscar goes to…. Whatever”

  1. E quelli che il giorno dopo hanno scritto “Oscar senza sorprese”…”Oscar prevedibili”..CHEPALLE!!!!!le sorprese in questi casi raramente sono positive,quindi anche no!
    E poi si,proprio quest’anno che non tifavo in modo caliente per nessuno, ho goduto cmq vedere un film piccolo, flop al botteghino,in b/n e muto trionfare su film stellari. Perché gli Oscar sono un’auto celebrazione del cinema, soprattutto di Hollywood e quest’anno Hollywood ha deciso di tifare per una riserva: che ora i giochi abbiano inizio. Una nuova era?chissà..lo spero!!!

  2. Il silenzio è stato tale che se non l’avessi sottolineato tu con questo post temo che nemmeno l’avrei notato. Ed è incredibile che non si riesca a cogliere l’entusiasmo su cui giustamente hai posto l’accento. Roba da piangere..

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: